Via G. Ruffini, 21 - C.so Raimondo, 143 - 18038 SANREMO (IM) - ITALIA - +39 0184 50 59 00

Cosa vedere a Sanremo

Sanremo è una città tutta da scoprire con il Casinò, il Teatro Ariston, le sue Ville e Giardini, dove si possono fare lunghe passeggiate immersi nella natura e attorniati da piante rare ed esotiche.
Oltre alle bellezze della città, la Città dei Fiori è un ottimo punto di partenza per visitare le limitrofe città della Riviera di Ponente e della Costa Azzurra.
Di seguito vi proponiamo una piccola descrizione sui luoghi che, secondo noi, meritano di esser visitati.
 

La storia di Sanremo

Sorta nel Medioevo, la città originaria, per difendersi dai Saraceni e dal dominio dei Doria, si estendeva all’interno della costa, nella cosiddetta Pigna. Questa, dominata dall’alto dal Santuario in stile barocco della Madonna della Costa, oggi si presenta con case arroccate le une sulle altre e si snoda in piccole e ripide stradine con piazzette molto caratteristiche.

A cavallo tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, nasce la città moderna, costruita a ridosso del mare. Sanremo si trasforma da borgo di pescatori in elegante centro turistico di fama mondiale. In quel periodo, grazie al clima mite, la città si popola di personaggi illustri che venivano a svernare, come la Zarina di Russia, il compositore Tchaikovsky, il principe ereditario di Germania Federico Guglielmo e Alfred Nobel. Iniziarono a costruirsi le prime ville e insieme a queste il Casinò per allietare il soggiorno degli ospiti.

Casino_SanremoA metà del Novecento il Festival della Canzone Italiana collaborò ad aumentare la sua fama, oltre ad altre importanti manifestazioni, turistiche-sportive, come la classicissima Milano-Sanremo, il Corso Fiorito, il Rally Mondiale, per non dimenticare gare di alto livello di vela, ippica e golf.
Chi viene a Sanremo, non può non visitare il Mercato ambulante che ha luogo in piazza Eroi Sanremesi ogni martedì e sabato mattina. Qui troverete dai capi di abbigliamento alla pelletteria senza tralasciare i casalinghi.

aristonMerita una visita anche la città vecchia della Pigna, quartiere medievale che sovrasta la collina, costruito ad anelli concentrici per proteggerlo dagli attacchi dei pirati e dai Saraceni che un tempo minacciavano le popolazioni della costa. Potrete immaginare l’antico villaggio, passando per le porte che cingevano le mura, raggiungendo le piazzette fulcro del borgo, fino a giungere al Santuario della Madonna della Costa che domina dall’alto tutta la città, dalla quale potrete ammirare un panorama mozzafiato soprattutto con le luci del tramonto.

Sanremo_reclaimed_railwayL’altro edificio sacro più significativo di Sanremo è la Concattedrale di San Siro, costruita nel XIII secolo nel centro della città in stile romanico-gotico sui ruderi di una primitiva chiesa paleocristiana. Al suo interno potrete osservare il crocifisso ligneo settecentesco che sovrasta il maestoso altare maggiore. Sul piazzale della basilica troverete anche il Battistero di San Giovanni Battista, con al suo interno la tela della Comunione della Maddalena di Orazio De Ferrari, e l’Oratorio dell’Immacolata Concezione in stile barocco.

7047748783_f69ba78b5bPer i monumenti culturali non si può non menzionare la Chiesa Ortodossa Russa di Cristo Redentore e Santa Caterina, costruita ai primi del Novecento; questo implica quanto fosse influente la colonia russa che veniva a soggiornare nel periodo invernale nella Città dei Fiori. La Chiesa si presenta imponente con la sua cupola, le sue croci dorate e le guglie in maiolica policroma.

Tra le vie del centro troverete anche il Museo Civico Archeologico che conserva resti preistorici, dipinti e incisioni e la collezione di Caroline Phillipson, nobildonna inglese amica di Garibaldi.

Le Ville, abitate in origine dalla nobiltà e dalla ricca borghesia mitteleuropea, con i loro giardini ci riportano alla Belle Epoque che caratterizzava la città nei primi anni del Novecento. Meritano una visita Villa Nobel e Villa Ormond, a poca distanza una dall’altra, entrambe immerse in splendidi parchi; nella prima troverete anche un museo permanente di cimeli Nobeliani, mentre la seconda ospita un giardino giapponese in miniatura per omaggiare la giapponese Atami, gemellata con Sanremo.

Alfred_Nobel_-_Villa_in_Sanremo
Non vogliamo tralasciare il Castello Devachan, che nel 1920 ospitò la Conferenza Internazionale degli Stretti per la spartizione dei territori dell’Impero Ottomano al termine della Prima Guerra Mondiale; Villa Zirio, dimora del principe reale tedesco Federico Guglielmo, con il suo parco-giardino disegnato da Ludovico Winter, giardiniere del Re di Francia Napoleone III che oggi ospita l’Assessorato comunale al Turismo.

 

I dintorni di Sanremo

Sanremo è un ottimo punto di partenza per visitare tutta la Riviera Ligure di Ponente ed il suo entroterra caratterizzato da numerosi paesi, ognuno con una propria storia e rinomati per le loro bellezze.

A Levante, appena oltre Sanremo si incontrano Bussana, dominata dal santuario del Sacro Cuore, e Bussana Vecchia, borgo medioevale distrutto dal terremoto del 1887 che oggi ospita artisti con i loro ateliers, botteghe artigianali ed esposizioni. Poco più in là s’incontra Taggia il cui centro storico è un vero patrimonio architettonico; merita una visita il Convento dei Domenicani ed il suo museo.
Salendo nell’entroterra si giunge a Badalucco, antico feudo fortificato dei conti di Ventimiglia, poi Molini di Triora, il paese con ventitre mulini, per arrivare al “Paese delle Streghe”, Triora, con il museo etnografico e della stregoneria e curiose botteghe artigianali che vendono caratteristiche bevande tipo “liquore della strega” e “latte di lumaca”.

Ripartendo da Sanremo, salendo la collina del Poggio della classicissima Milano-Sanremo, si raggiunge Ceriana, tipico borgo rurale noto per la produzione dell’olio di oliva, la panoramica Bajardo con vista sulle Alpi liguri e francesi, ed infine a Pigna, famosa per le proprietà dell’acqua solforosa della sorgente “Lago Pigo”. Qui troverete una stazione termale per la crenoterapia.
Rientrando verso il mare si incontra Isolabona ed il suo castello con torrione a pianta quadrata, e poi Apricale, il cui castello d’estate diventa palcoscenico per spettacoli teatrali ed appuntamenti gastronomici. Infine Perinaldo, famoso per il suo osservatorio astronomico, e San Romolo, parco naturale di Sanremo.

Seguendo la costa in direzione Francia si giunge a Ospedaletti, adagiata in un anfiteatro naturale, a Bordighera, con una suggestiva frazione arroccata sulla collina, quindi a Ventimiglia, ricca di resti archeologici della civiltà romana.
Verso il confine troviamo i giardini di Villa Hanbury, parco botanico unico al mondo con rare specie di piante esotiche, e le grotte dei Balzi Rossi con i dipinti rupestri lasciati dall’Homo Erectus.

Oltre la frontiera si incontrano nell’ordine Mentone, il Principato di Monaco, Nizza e subito dopo Antibes Juan Les Pins, famosa per la vita notturna.